«Non gioco più». I casinò italiani ultima trincea del ‘900

Gioco famiglie 16724

Allo stallo 5, gli autisti chiamano per nome i passeggeri che si attardano sul marciapiede. Sono sempre i soliti. Il pullman effettua una sola fermata, in corso Regina Margherita, per tirare su una coppia di pensionati.

Recensioni

Garantita la possibilità di rientro al adatto domicilio. Chi è in quarantena non potrà in nessun modo spostarsi. In totale, queste misure interesseranno oltre un quarto della popolazione italiana. In particolare: chiusura delle scuole di ogni assetto e grado, sospensione delle attività sciistiche e di eventi pubblici. Chiusi addirittura musei, palestre, piscine, teatri, centri sociali e culturali. Previsto uno stop ai concorsi pubblici ad esclusione di quelli per il personale sanitario e di quelli telematici. Contingentare accessi a negozi e mercati Nel decreto si diritto inoltre che le attività commerciali dovranno rispettare la distanza di un canone per i clienti altrimenti scatterà la sanzione: se non riescono per motivi strutturali dovranno chiudere. Le riunioni di lavoro Le riunioni di lavoro dovranno essere rinviate e si dovrà agevolare lo smart working. Sono sospesi tutti gli incontri e gli spettacoli, dai cinema ai musei alle attività sportive; le attività di pub, discoteche, arguzia bingo, sale giochi; le lezioni in scuole e università.

Leave a Reply

Your email address will not be published.*